background




Incentivi

I sistemi ICOPOWER rispettano i parametri definiti dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Gestore dei Servizi Energetici per usufruire dei vantaggi fiscali previsti dal Piano Nazionale Industria 4.0 (50% di credito d’imposta in 3 anni, a partire dal mese successivo all’interconnessione degli apparati) e dei Titoli di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi). Gli apparati Icopower possono beneficiare inoltre delle agevolazioni “nuova Sabatini” e “Credito di Imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno” che, coniugati all’effettivo risparmio energetico, permettono di ridurre considerevolmente il periodo di ritorno sull’investimento, a favore di una maggiore competitività dei Clienti.


Credito d’Imposta 2021

La Legge di Bilancio 2021 proroga fino al 31 Dicembre 2022 le misure cardine del Piano Transizione 4.0, che ha come obiettivo quello di favorire e accompagnare le imprese nel processo di transizione tecnologica e di sostenibilità ambientale, rilanciando il ciclo degli investimenti penalizzato dall’attuale emergenza sanitaria. Una delle direttrici più importanti della normativa riguarda il potenziamento delle aliquote e dei massimali di credito d’imposta che, in particolare per gli investimenti in beni strumentali materiali nuovi 4.0 (indicati nella Tabella A, Legge n. 232-2016) è riconosciuto nella misura del 50% del costo per un importo complessivo fino a 2,5 milioni di euro, se effettuati entro il 31 Dicembre 2021 o entro il 30 Giugno 2022, con un acconto di almeno il 20% entro la fine dell’anno in corso.

Titoli di Efficienza Energetica (TEE)

I Titoli di Efficienza Energetica sono titoli negoziabili che certificano il conseguimento di un risparmio negli usi finali di energia, derivante dalla realizzazione di specifici interventi di efficientamento. Noti anche come “Certificati Bianchi”, rappresentano nella sostanza il fondamento su cui poggia il sistema incentivante per la riduzione dei consumi energetici in Italia. In particolare, gli interventi che rientrano in tale meccanismo possono essere ricondotti a quattro tipologie fondamentali, a seconda dei risparmi ottenuti in termini di:
- energia elettrica
- gas naturale
- altri combustibili nel settore dei trasporti
- altri combustibili in altri settori
e coinvolgono oltre al settore industriale, le infrastrutture a rete, i servizi e i trasporti, i progetti realizzati nel settore civile.